Perché?

cropped-fot2o.jpg

Non tutto quello che facciamo lo facciamo per una ragione.
No… la verità è che lo facciamo per una ragione, ma non la conosciamo!

Quindi, per favore, non chiedetemi “perché?”, non saprei rispondervi se non dicendo che “ne ho sentito il bisogno”!
E’ un po’ come quella storia del quadro, che non si sa perché, ma a un certo punto cade. FRAN! Sembra senza un motivo apparente, però cade.
E così è successo a me.
Solo al contrario! FRAN! Ed eccomi qui che mi voglio rimettere in piedi.

L’idea è semplice, quasi elementare: ritornare in forma!
Da “giovane” è facile. Non che mi senta vecchio, anzi credo di aver piano piano capito alcune cosette che mi permettono di godermi di più la vita, ma dopo 12 interventi chirurgici una parte di me si sente un po’ vecchia, o perlomeno si sente usata, stanca e logora.
Ma non da buttare.
Un tempo ero un atleta. Non di professione, non avevo un fisico statuario. Non ho vinto premi o medaglie (qualcosina sì).

Poi FRAN! Il 12 gennaio 2006 verso le 18.00 a Rimini, tornando a casa, mi trovo senza accorgermene sull’asfalto in Viale Tripoli, letteralmente volato via dalla motocicletta di mio padre.
Poi ospedale. Poi anestesie. Poi tagli. Poi morfina. Poi paura. Poi dottori. Poi tanta fisioterapia. E poi un sacco di tempo.
E poi tutto questo di nuovo da capo: ospedale, anestesie, tagli, bla bla bla.
E poi di nuovo.
E poi ancora una volta.
E ancora… e ancora …

Oggi ho 35 anni e mezzo, e il mio corpo mi può ancora dare tanto. Ho più rughe, ho più cicatrici, ho meno capelli, ma ho più consapevolezza rispetto al giovane Fabio.

E da oggi, 18 Marzo 2013 per 150 giorni, tutti i giorni sarò impegnato in: nuoto, corsa, bicicletta, body building, dieta, meditazione, supporto psicologico e motivazionale, fisioterapia, shiatsu, yoga, pilates.
10 professionisti mi ricostruiranno da testa a piedi.

E tutto questo sarà quotidianamente documentato su questo sito.
Io ho cominciato oggi, e tu?

facebooktwittergoogle